Sono stati tre i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale che si è tenuto ieri pomeriggio a Polla. Un consesso cittadino che ha visto, innanzitutto,  l’approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2013 che riassume contabilmente l’attività annuale dell’ente.

“Sono stati osservati tutti gli impegni del bilancio di previsione”, ha dichiarato il primo cittadino Rocco Giuliano. A relazionare sull’argomento il vicesindaco Massimo Loviso: “Si tratta di un rendiconto che ha evidenziato un avanzo di amministrazione di circa  700 mila euro. Alla luce di tutto ciò che è avvenuto lo scorso anno (il comune di Polla è stato commissariato da novembre 2012 a giugno 2013 n.d.r.) ritengo che la situazione si configura come sostanzialmente stabile”.

Obiezioni a tal riguardo sono state sollevate dai consiglieri di minoranza. “Dando uno sguardo ai residui attivi qualche perplessità mi sorge – ha evidenziato Fortunato D’Arista –  Ho l’impressione che il comune si avvii verso il dissesto finanziario”.  Altro argomento all’ordine del giorno l’approvazione di un regolamento comunale per l’adozione di aree verdi. “Abbiamo lavorato a questo regolamento con cui l’amministrazione di propone di valorizzare e conservare determinate aree verdi di proprietà comunale permettendo a cittadini, associazioni, imprese di prendersene cura”, così l’Assessore ai Lavori Pubblici Maria Citarella.

“Propongo di inserire nell’elenco degli spazi “adottabili” – ha chiesto il consigliere di minoranza Vanni Ritorto – anche lo spazio antistante le Grotte di Polla cosicchè non continui a rimanere nelle condizioni in cui si presenta”. Il regolamento ha raccolto anche l’approvazione di Raffaele Cammardella. Ultimo punto di discussione, infine, l’approvazione delle aliquote provvisorie della TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili). “Ci troviamo ancora in un campo di provvisorietà – ha dichiarato il vicesindaco Massimo Loviso – perché il Governo cambia quotidianamente le carte in tavola. Ecco perché, di fronte ad un quadro che si mostra in continua evoluzione, proponiamo di stabilire l’azzeramento dell’aliquota di base TASI. Un azzeramento temporaneo fin quando le cose non si mostreranno più chiare”. La proposta è stata approvata dal consesso cittadino.

 – Annachiara Di Flora –


Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano