Il sindaco di Polla, Rocco Giuliano, chiede interventi di manutenzione urgenti per l’alveo del fiume Tanagro. E lo fa attraverso una nota indirizzata al Genio Civile e al Consorzio di Bonifica Integrale del Vallo di Diano.

“Nel sottolineare quanto già più volte evidenziato – si legge nel documento – si segnala il forte restringimento della sezione idrica di deflusso nell’alveo del fiume Tanagro, in corrispondenza del centro abitato di Polla, dovuta al notevole accumulo di fango e detriti, in aggiunta alla vegetazione spontanea radicatisi sia nell’alveo che sulle sponde. Le piene alluvionali susseguitesi nel corso degli anni vi hanno, infatti, sedimentato i materiali trasportati, in particolar modo nei pressi del punto più critico del fiume, ovvero in corrispondenza del Ponte Romano. A causa della riduzione di sezione idrica si temono sul territorio comunale sistematiche condizioni di pericolo durante le piene stagionali. Tutto ciò – continua il documento – oltre ad alimentare le condizioni di crisi sull’intero sistema fluviale arreca: condizioni di rischio per la pubblica sicurezza, evidenti problematiche igienico-sanitarie, gravi compromissioni del decoro cittadino. Si chiede, dunque, di voler provvedere con estrema urgenza ad interventi di pulizia dell’alveo dai detriti e dal fango accumulatisi e di taglio di erbe infestanti, arbusti ed alberi, sviluppatisi minacciosamente nel letto e lungo le sponde del fiume, le cui radici scalzano progressivamente i blocchi di pietra a contenimento delle sponde, favorendone il progressivo decadimento per dilavamento”.

“I finanziamenti  per la sistemazione idraulica del fiume Tanagro, stanziati dalla Regione con una delibera del 22 novembre scorso, arriveranno solo nel 2015. Noi non possiamo aspettare così tanto. – ha dichiarato Giuliano – Per tale motivo ho richiesto al Genio Civile che provveda, con interventi di manutenzione straordinaria, quanto meno alla pulizia dell’alveo in quel tratto”.

– Annachiara Di Flora –


  •  Articolo correlato

21/01/2014 – Maltempo: Tanagro a rischio esondazione. A Sassano evacuati i piani terreni di alcune abitazioni. Scuole chiuse a Polla. Nel Cilento anziano salvato con un gommone


 

Commenti chiusi