Dal 31 luglio al 3 agosto torna nel centro storico di Polla “R…estate ragazzi“, la seconda edizione della manifestazione organizzata dall’associazione “I Ragazzi del Ponte“. Quest’anno il tema è “Le vie dell’arte e della cultura“, con omaggi agli uomini di cultura del territorio.

Il 31 luglio si parte con il convegno di apertura “La cultura per resistere“, con l’assessore provinciale Matteo Bottone, il regista Giuseppe Bonito, il direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese e il presidente del Consorzio di tutela della mozzarella di Bufala Campana Dop Domenico Raimondo. A seguire una jam session di artisti pollesi con Giosi Cincotti, Valentina Mastrangelo e Francesco Langone. Inoltre dalle 21 l’associazione “Tempo&Memora” e “I Ragazzi del Ponte” presentano la seconda edizione di “Polla in corto“.

Dal 1° agosto parte il percorso culinario nelle antiche cantine in cui si potranno degustare prodotti tipici e il vino prodotto da “I Ragazzi del Ponte”. Durante la serata ci sarà l’atto finale di “Polla in corto” (con un gemellaggio con il Giffoni Film Festival e la proiezione del corto degli studenti dell’istituto scolastico “Pomponio Leto”) e l’esibizione degli Spaghetti Roots di Nicola Caso e il gruppo The D, in collaborazione con Radio Movida.

Il 2 agosto, dedicato all’ “Orgoglio pollese“, si esibirà Marco Opromolla e verranno premiati Giosi Cincotti e la Protezione Civile di Polla. La serata avrà di nuovo come protagonista Cincotti con Neapolis in fabula.

Il 3 agosto la giornata conclusiva si aprirà con il convegno “L’arte di scrivere e di raccontare”, al quale parteciperanno il giornalista de “Il Fatto quotidiano” Francesco Antonio Grana, lo scrittore di thriller Riccardo Bruni, il giornalista Lorenzo Peluso e il fotoreporter Antonio Masiello. Si inizierà coi saluti del direttore della Bcc Buonabitacolo Angelo De Luca. Il salese Ness aprirà il concerto di Jovine.

Donne e uomini di Cultura e di arte del nostro paese verranno ricordati e celebrati in quattro giorni davvero imperdibili. “Io ci sono!” è il nostro slogan, ovvero, io sono qui, amo il Sud e lo voglio celebrare. Sempre” fanno sapere gli organizzatori.

– redazione –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*