“Troppe scelte scriteriate hanno penalizzato il Luigi Curto negli ultimi 15 anni. È ora che questa rotta si inverta”. È questo uno dei messaggi che il Direttore Sanitario del plesso ospedaliero pollese, Aristide Tortora, ha, con forza,  ribadito ieri in una intervista rilasciata agli organi di stampa. Una lunga chiacchierata che si apre con la notizia ufficiale della riconferma del suo incarico. Un incarico sine die che sottolinea, per  sua natura, la fiducia che i vertici dell’ Asl Unica ripongono nel dirigente Aristide Tortora.

Ma le novità non si fermano qui. Il Luigi Curto di Polla è interessato da un incremento dell’organico: in arrivo quattro nuovi medici, due internisti e due anestesisti. Grazie ad una riorganizzazione interna il plesso ospedaliero potrà  godere delle prestazioni di nuovi specialisti provenienti dalle altre strutture salernitane.

Aumentano, inoltre, le prestazioni erogabili sia ambulatorialmente che in degenza ordinaria. “Immediatamente saranno potenziati gli ecografi, in vista dell’acquisizione dei nuovi. Stanno, inoltre, per arrivare a Polla due tecnologie avanzate – ha annunciato il Direttore Sanitario –  Una è il laser ad eccimeri che consentirà al Luigi Curto di essere l’unico ospedale in provincia di Salerno e tra i pochi in Campania ad offrire prestazioni oculistiche così specialistiche. Altra novità l’arrivo del litotritore: metodica innovativa che consente di intervenire esternamente sui calcoli frantumandoli mediante onde d’urto”.

Quanto, invece, alla situazione del reparto di Otorinolaringoiatria il dottor Aristide Tortora è chiaro. “Non credo che si possa tornare ad una situazione di normalità prima di fine anno”.

– Annachiara Di Flora – 

 


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*