Cresce l’attesa a Polla per la lunga notte di Sant’Antuniello che, per la prima volta quest’anno, è stata inserita nei Percorsi Digitali promossi dall’associazione I Love Vallo di Diano.

Tutto pronto, dunque, per il tradizionale evento del 12 giugno, che precede la celebrazione dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio. Il culto verso il Santo di Padova è particolarmente sentito nella cittadina fluviale che, da sempre, si stringe intorno alla statua lignea custodita presso il Santuario Francescano di Sant’Antonio. E ogni anno, sul calar della sera del 12 giugno, Polla rivive un evento magico. Una piccola statua del Santo, “Sant’Antuniello” appunto, posta su un tronetto e contornata da una graziosa ingabbiatura di gigli,  viene portata in processione lungo tutte le vie del centro. Il corteo prende il via alle ore 21.00, tra i fuochi pirotecnici e i rintocchi delle campane, dal piazzale antistante il Convento. Si ci incammina, quindi, a passo svelto. C’è tanta strada da fare e i frati guidano il sentiero. Per ogni rione un falò, intorno al quale la statua sarà portata in corsa, a spalla, dai devoti. Un giro, il secondo, infine, il terzo e, poi, l’accogliente banchetto offerto dalla gente del quartiere. Un sorso di vino, un panino e si riparte alla volta della prossima contrada e del prossimo falò.

Polla, quest’anno, apre le porte della tradizione a chiunque voglia prendere parte a quest’evento, che si snoda e si accende fra sacro e profano. Una dimensione quasi mistica quella che avvolge Polla la sera del 12 giugno.

– Annachiara Di Flora –


 

Commenti chiusi