Si cambia musica. Più multe per i cittadini che non rispettano l’ambiente, una rimodulazione del servizio di gestione dei rifiuti e l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata entro l’anno”.

È questo quanto annunciato dal sindaco di Polla Rocco Giuliano e dall’Assessore Giuseppe Curcio, nel corso di una conferenza stampa congiunta che si è tenuta nella serata di ieri presso l’auditorium Santa Chiara. All’incontro, coordinato dal giornalista Pasquale Sorrentino, sono intervenuti anche dei rappresentanti degli operatori del servizio di raccolta dei rifiuti e della Polizia Municipale. Presenti, inoltre, diversi membri della maggioranza e della minoranza consiliare.

Nel centro fluviale del Vallo di Diano, dal prossimo primo dicembre,  verranno attivate delle modifiche del servizio di raccolta e conferimento dei rifiuti. Provvedimenti atti a migliorare le performances ambientali del comune pollese, la cui percentuale di raccolta differenziata si attesta ancora al 49%. La campagna di sensibilizzazione, denominata “Differenziamo Polla”, è partita con l’invio a tutti i cittadini pollesi di una brochure, di facile lettura, indicante le nuove modalità di conferimento dei rifiuti.

“Si tratta solo di un punto di partenza ha dichiarato l’Assessore Curcio – Iniziamo prevedendo una cadenza maggiore della raccolta del multimateriale. Ciò ci consentirà di abbattere notevolmente i costi di smaltimento. I cittadini avranno, infatti, la possibilità di smaltire con più frequenza materiali come plastica, polistirolo, piatti e bicchieri monouso, tetrapack, etc. Più in là, poi, e con l’aiuto della cittadinanza passeremo agli step successivi”. 

“La collaborazione è fondamentale – ha aggiunto il primo cittadino Rocco Giuliano –  C’è bisogno che tutti partecipino attivamente e rispettino le regole della differenziata. Urge un cambio di mentalità. Solo così potremo migliorare le percentuali di raccolta e, di conseguenza, ridurre le tariffe che a Polla sono molto alte e vanno riviste”.

A margine della conferenza, vi è stato un momento di confronto con i cittadini presenti. Ne sono emerse criticità e notevoli spunti di riflessione. Un confronto aperto, ma quanto mai utile.

– Annachiara Di Flora – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*