Un 50enne di Polla è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina con l’accusa di lesioni nei confronti dell’ex compagna, una donna di 30 anni, anche lei residente a Polla. L’uomo nella serata di ieri ha aggredito la ex convivente prendendola a schiaffi e pugni. L’aggressione è avvenuta mentre i due si trovavano all’esterno di una ludoteca ubicata nei pressi del centro cittadino.

Da una prima sommaria ricostruzione dell’accaduto sembrerebbe che l’uomo abbia perso la testa nel momento in cui la figlia, ancora minorenne, nata dalla relazione con l’ex convivente si sarebbe rifiutata di uscire con lui. Questo rifiuto non sarebbe andato giù al padre che avrebbe iniziato ad accusare l’ex compagna di avergli messo contro la bambina e che, per questo motivo, si sarebbe rifiutata di andare con lui.

L’uomo ha prima inveito contro la donna insultandola per poi passare alle vie di fatto iniziandola a colpire. Nel frattempo qualcuno che vive nella zona ha assistito alla scena e temendo il peggio ha subito allertato i Carabinieri.

Sul posto dopo poco è arrivata una pattuglia del Nucleo Operativo Radiomobile. I militari, dopo aver calmato l’uomo hanno chiesto l’intervento di un’ambulanza del 118. I sanitari hanno trasportato la donna al pronto soccorso dell’ospedale “Luigi Curto” dove i medici hanno riscontrato diversi traumi e contusioni in particolar modo sul volto della malcapitata. Fortunatamente la trentenne non ha riportato lesioni gravi, ma nonostante ciò ne avrà per diversi giorni.

– Erminio Cioffi –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*