E’ preoccupante l’allarme lanciato da Frate Mimmo Marcigliano, vicario provinciale dei Frati minori, riguardo alle condizioni in cui già da tempo versa il patrimonio artistico del Convento di Sant’Antonio di Polla.

Ad aver subìto più di tutti il trascorrere del tempo e le sue fisiologiche conseguenze, causate anche dall’umidità, è il ciclo di affreschi raffigurante la vita di Cristo e risalente ai primi anni del ‘600, ritenuto particolarmente interessante perchè accostato a diversi pittori del Rinascimento.

Anche la struttura non gode di un ottimo stato di salute, nonostante diversi lavori apportati negli anni. Il tetto della chiesa, dopo una serie di infiltrazioni di acqua, necessita adesso di un intervento di messa in sicurezza e di ripristino.

Per questo motivo Fra’ Mimmo, attraverso i microfoni di Ondanews, rivolge un accorato appello a chiunque possa contribuire al recupero del patrimonio del Convento. “C’è bisogno di interventi urgenti di restauro – afferma il frate, storico del Convento pollese – più volte abbiamo sollecitato gli enti pubblici ma finora si è mosso ben poco. Sentiamo la responsabilità di valorizzare questo patrimonio visitato da tante persone che restano incantate. Il mio è un appello pubblico a chiunque volesse darci una mano. Siamo ben lieti di accogliere qualsiasi tipo di intervento”.

– Chiara Di Miele –

[fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/981608718683511/” width=”650″ height=”450″ onlyvideo=”1″]


  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano