Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato del C.TA. di Vallo della Lucania hanno notificato il provvedimento di conclusione delle indagini emesso dall’Autorità Giudiziaria nei confronti di 19 persone, responsabili di aver commesso in concorso tra loro abuso d’ufficio, falsità ideologica, violazione in materia urbanistico-edilizia, a Pioppi, frazione del Comune di Pollica, in località Porto del Fico.

I reati ambientali sono stati perpetrati in zona sottoposta a vincolo idrogeologico, paesaggistico ambientale,  all’interno dell’area Protetta del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.

L’attività e le indagini sono state svolte dal Coordinamento Territoriale di Vallo della Lucania. I forestali, durante lo svolgimento del servizio di controllo del territorio, hanno notato tre  cantieri edili; durante il sopralluogo hanno accertato la realizzazione ex novo di due strutture ricettive e di una struttura a destinazione uso privato, tutte realizzate su due livelli fuori terra, complete di piscina e giardino, per un valore commerciale di diversi milioni di euro.

Le indagini e gli accertamenti svolti hanno consentito di stabilire che i permessi a costruire rilasciati dal Comune di Pollica e dal Suap di Vallo della Lucania, erano illegittimi. I 19 denunciati a piede libero dalla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania dovranno rispondere a vario titolo di abuso d’ufficio, falsità ideologica, violazione in materia urbanistico-edilizia.

– redazione –


 

Commenti chiusi