E’ stato presentato dall’assessore alle Politiche sociali della Regione Campania Bianca D’Angelo il Piano per le Politiche regionali per la famiglia e per l’infanzia con il quale si garantiscono, entro il 2015, altri 101 nuovi asili nido destinati alla prima infanzia, che andranno ad aggiungersi ai 20 già in funzione, per un totale di 4855 posti attivati.

Nella provincia di Salerno sarà presente un totale complessivo di 32 nidi, di cui 11 già attivi nei Comuni di Acerno, Sala Consilina, Atena Lucana, Scala, Cava de’ Tirreni, Salerno, Baronissi, Battipaglia e Fisciano. Il totale delle risorse impegnate dalla Regione per la realizzazione degli asili destinati ai piccoli da 0 a 36 mesi è di 13.486.976,54 euro. I 101 asili nido i cui lavori sono in corso di realizzazione dovranno essere completati entro il 31 dicembre del prossimo anno.

Sempre nella provincia salernitana sono 21 i servizi integrativi per la prima infanzia finanziati, tra cui quello di babysitting, il baby trasporto sociale, il campo estivo, ludobus, educatrici familiari, ludoteche e voucher per posti nei nidi comunali e per servizi di cura.

Tra gli interventi a favore delle famiglie, oltre al potenziamento dei servizi per i nidi e la prima infanzia, anche un’azione di sostegno ai nuclei familiari con a carico persone non autosufficienti (per un totale di 6 milioni di euro), attraverso l’erogazione di un contributo mensile pari a 700 euro (per un massimo di 8,400 euro annui) ad integrazione delle prestazioni sociali e sociosanitarie domiciliari. Importante anche il sostegno al Terzo Settore (azioni di contrasto all’isolamento e alla solitudine, tutoring domiciliare e counseling) per un totale di 1.499.250 euro e l’istituzione del primo Centro per le adozioni internazionali unico in tutto il Meridione.

– Chiara Di Miele – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*