Eni annuncia di aver deciso la chiusura temporanea del Centro Oli Val d’Agri e di conseguenza ha dato avvio alle procedure per il fermo dell’impianto.

La decisione è stata presa per rispetto delle posizioni espresse dal territorio, dal Presidente della Regione Marcello Pittella e dalla Giunta Regionale che nella giornata di sabato hanno deliberato la sospensione di tutte le attività del COVA di Viggiano a causa di inadempienze e ritardi da parte della multinazionale rispetto alle prescrizioni regionali.

Eni conferma “di aver adempiuto a tutte le prescrizioni imposte dagli enti competenti che sono sempre stati tenuti informati sulle attività di intervento e di monitoraggio ambientale in corso“.

Durante la chiusura Eni fa sapere che “proseguirà con le verifiche necessarie a rassicurare gli stakeholder sulla correttezza ed efficacia del proprio operato, l’integrità dell’impianto e la presenza di tutte le condizioni di sicurezza per lo svolgimento delle attività di esercizio“.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

16/4/2017 – Petrolio. La Regione Basilicata sospende le attività del Centro Oli di Viggiano

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*