I militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, con la collaborazione dei funzionari del servizio ispettivo veterinario dell’Asl e del Centro di Riferimento Regionale per la Sicurezza Sanitaria del Pescato, hanno sequestrato frutti di mare ed altro pescato all’interno del mercato ittico di Salerno.

L’ispezione condotta dai Finanzieri della Sezione Operativa Navale di Salerno ha interessato sia i box destinati alla vendita del prodotto ittico sia gli automezzi refrigerati utilizzati per il trasporto del pescato.

Oltre a pesce non tracciato di varie specie, sono state scoperte numerose cassette di novellame di sarda (bianchetto), di cui sono vietate la pesca e la messa in commercio.

Le società ittiche coinvolte per violazione alla normativa sulla tracciabilità dei prodotti destinati al consumo umano, prevista da Regolamenti comunitari e normative nazionali, sono state sanzionate per importi che variano dai 750 ai 4.500 euro.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*