“Tra qualche settimana, dopo una sospensione di circa tre anni, saranno riavviate le semine di novellame di trota di ceppo mediterraneo nei principali fiumi a vocazione salmonicola della provincia di Salerno” è quanto comunica  l’assessore provinciale alla Caccia e alla Pesca, Amelia Viterale.

L’Assessorato ha seguito costantemente l’iter necessario ad assicurare l’autorizzazione per i ripopolamenti, che sarà ratificata con delibera di Giunta provinciale. Il materiale ittico autoctono, certificato geneticamente, sarà fornito gratuitamente dall’impianto ittiogenico regionale di Ceraso, l’unico in Campania a possedere i requisiti e le autorizzazioni riconosciuti dalla vigente normativa in materia di pesca ed acquacoltura.

“E’ con grande soddisfazione che comunico questo importantissimo risultatospiega l’assessore provinciale – La sospensione dei ripopolamenti di trote ha causato in molti fiumi salernitani una significativa riduzione della specie, che rappresenta la principale e la più ambita preda dei pescasportivi. Grazie ad uno sforzo collettivo tra enti ed associazioni, oggi è stato dato un forte impulso alla conservazione della specie e al rispetto degli ambienti fluviali, ma è anche aumentata la possibilità di fruizione alieutica di tanti bellissimi corsi d’acqua della nostra provincia, tra cui il Tanagro, il Picentino, il Tusciano, il Bussento, il Mingardo, il Calore salernitano e molti altri, che ritorneranno ad essere ricchi di trote”.

– redazione –


Commenti chiusi