Si tinge di giallo la morte di Isabella Panzella. Il cadavere della donna, pensionata 69enne di Pertosa, è stato trovato questa mattina, in posizione supina, al centro della Strada Statale 19 nel tratto che si trova nei pressi dello stadio comunale del piccolo centro del Vallo di Diano. A dare l’allarme, intorno alle 5 del mattino, è stato un automobilista in transito.

Sul posto dopo poco sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, agli ordini del Capitano Emanuele Corda, e della Stazione di Auletta, un’ambulanza del 118 ed il PM della Procura della Repubblica di Lagonegro.

La salma ora si trova presso l’obitorio dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Nella mattinata i Carabinieri ed il magistrato hanno ispezionato l’abitazione della donna, ubicata in via Santa Maria, a pochi metri dal municipio. Per entrare si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Sala Consilina che hanno dovuto forzare una finestra posta al primo piano della casa della 69enne. Il PM per tutta la mattinata ha ascoltato i parenti della donna ed alcuni vicini di casa.

Da indiscrezioni sembrerebbe che alcuni dei traumi riscontrati sul corpo della pensionata non siano completamente compatibili con l’investimento da parte di un’auto. In particolar modo a far nascere dei sospetti è il violento trauma alla testa che dovrebbe aver causato la morte della donna, così come anche l’assenza di escoriazioni in altre parti del corpo che invece dovrebbero esserci se la donna fosse stata investita. E poi ci sono anche altre cose che non tornano. La donna indossava il pigiama ed era senza scarpe. A ciò si aggiunge anche il fatto che la donna non aveva con sè le chiavi di casa, che sono state invece trovate all’interno dell’abitazione così come anche il suo telefono cellulare. Le scarpe invece non sono state trovate da nessuna parte. A fugare ogni dubbio sarà il risultato dell‘esame autoptico che potrebbe essere effettuato nei prossimi giorni. Gli inquirenti al momento non tralasciano nessuna pista e non si escludono a questo punto dei colpi di scena già nelle prossime ore.

– Erminio Cioffi –


 pertosa vigili del fuoco  donna morta pertosa 4


Un commento

  1. Spero che il colpevole si faccia un esame di coscienza……….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*