Le organizzazioni sindacali, nonostante la Commissione di Garanzia abbia determinato l’impossibilità della sospensione del servizio, hanno proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale della ASL di Salerno, considerate le precarie condizioni igienico-sanitarie“.

A denunciare la situazione giunge una nota congiunta del coordinatore regionale di Forza Nuova Campania, Ivano Manno, e di Giustino D’Uva, dirigente nazionale del SINLAI (Sindacato Nazionale Lavoratori Italiani).

La situazione della ASL di Salerno è critica – affermano Manno e D’Uva -. I locali sono affollati, non v’è chiarezza circa la situazione dei contagi ed i tamponi fatti non sono sufficienti; d’altra parte i DPI non sono disponibili in numero necessario per tutti i dipendenti. Per questo diamo la nostra totale solidarietà ai dipendenti in stato di agitazione“.

E’ infatti sconcertante che il personale della Asl, in prima linea durante questa emergenza, non sia tutelato dal rischio di contagio – sottolineano –, così come è inaccettabile che l’utenza sia esposta, con conseguenze potenzialmente disastrose. Chiederemo il rispetto delle misure anti contagio e pretenderemo la garanzia per tutti i lavoratori campani, soprattutto quelli del settore sanitario“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*