L’Amministrazione comunale di Camerota, guidata dal sindaco Mario Salvatore Scarpitta, esprime massima soddisfazione per il raggiungimento dell’ennesimo risultato che, questa volta, interessa l’area della spiaggia del Mingardo/Cala del Cefalo.

Il Tribunale di Vallo della Lucania, con il deposito di tre distinte ordinanze relative ai corrispondenti procedimenti penali, ha accolto favorevolmente le tre istanze di dissequestro presentate nell’interesse del Comune di Camerota e relative alle aree comunali note come area “del Mingardo” e area “Cala del Cefalo”.

Il lavoro congiunto dell’Amministrazione ha ottenuto quale risultato lo svincolo delle due aree che sono state oggetto di dissequestro e restituzione nella disponibilità materiale del Comune di Camerota.

Dopo questo primo obiettivo raggiunto nei prossimi giorni l’Amministrazione si attiverà per l’adozione di tutti i provvedimenti afferenti la messa in sicurezza delle aree e conseguentemente necessari all’eliminazione di ogni potenziale pericolo per la salute pubblica. In particolar modo, verranno adottate tutte le procedure di tutela dell’incolumità pubblica che si rendano necessarie per prevenire ogni rischio di frana del costone roccioso sovrastante.

L’Amministrazione ringrazia l’avvocato Antonello Natale il quale, con impegno e competenza, ha permesso di raggiungere questa prima risolutiva tappa del percorso di bonifica e messa in sicurezza delle aree indicate.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano