I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Potenza hanno arrestato in flagranza di reato un 35enne di origini marocchine, responsabile di violenza sessuale, violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti si sono verificati nella notte tra venerdì e sabato scorsi, quando l’uomo ha prima importunato il personale medico dell’ospedale “San Carlo” di Potenza e successivamente aggredito i carabinieri intervenuti che tentavano di riportarlo alla calma. In particolare, l’extracomunitario, domiciliato presso un centro di accoglienza del Potentino, poco prima della mezzanotte si è presentato presso la Caserma sede del Comando Provinciale a Potenza e, al militare di servizio, pur tenendo un comportamento apparentemente tranquillo, di fatto ha reso evidente il suo stato di ebbrezza, avendo fatto uso di alcolici. I militari della Sezione Radiomobile di turno hanno deciso di farlo accompagnare in ospedale, richiedendo l’intervento del 118 per assicurargli le cure del caso.

Una volta giunto al Pronto Soccorso, per due volte ha palpato il corpo di una donna dell’équipe medica che lo stava visitando, indirizzando nei loro confronti improperi in modo aggressivo e minaccioso. Quindi sono sopraggiunti immediatamente i Carabinieri della Compagnia di Potenza per tranquillizzarlo, accertarne la condotta e stabilire possibili responsabilità. Mentre tentavano di immobilizzarlo, il 35enne ha opposto viva resistenza, tanto da aggredirli fisicamente, provocando ad uno di loro delle lievi lesioni ad un braccio.

Con non poche difficoltà è stato dimesso e successivamente condotto negli uffici del Comando Provinciale di Potenza dove è stato dichiarato in stato di arresto.

 

Un commento

  1. Con non poche difficoltà….!!!
    Ma perché in America con non molte difficoltà lo avrebbero steso a manganellate nei denti ?
    Forse perché siamo in Italia dove sto ciess’
    sanno che le forze di polizia hanno le mani legate da una magistratura ideologizzata?
    Forse…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*