Si sono tenute questo pomeriggio, presso il Santuario Maria SS. Immacolata di Buccino, le esequie di Mario Volpe, il 27enne rimasto vittima di un grave incidente stradale lo scorso 18 dicembre in località Canne. Sotto un cielo plumbeo tanta gente con commozione e silenzio ha accolto l’arrivo del feretro del giovane. Il parroco di Buccino, don Vincenzo Ruggiero, ha officiato la cerimonia insieme a don Giovanni Galluzzo e a Padre Giuseppe.

Chi di noi non si sente amareggiato in questo momento? – ha affermato don Vincenzo – Quanti di noi hanno una profonda tristezza ed angoscia per quello che è successo? Ma la speranza è che ci apriamo alla preghiera e che la parola di Dio diventi un’ancora e un rifugio. Mario è entrato nelle nostre vite lasciando un segno e allora non perdiamolo questo segno ma rafforziamolo nel cammino verso Dio”.

Presente alla celebrazione anche il sindaco di Buccino, Nicola Parisi. Mi sono sentito spesso con i genitori di Mario nelle scorse settimane – ha dichiarato – per cercare una flebile speranza, ma purtroppo ci voleva un miracolo che come tutti sappiamo non c’è stato. Era doveroso oggi mantenere le bandiere a mezz’asta in ricordo di un giovane del nostro paese che ci ha lasciati. Questa tristezza che ha devastato le nostre anime sia da monito, riappropriamoci della vita affinché tutto questo non capiti più”.

L’intera comunità si è stretta al dolore straziante del padre Donatino, della madre Santina e dei fratelli Nicola e Valentino. All’uscita dalla chiesa la salma è stata salutata con un forte applauso accompagnato da un volo di palloncini e centinaia di fiori bianchi stretti tra le mani dei presenti che hanno dato il loro addio a Mario.

 

 

 

 

 

  • Articolo correlato:

5/1/2022 – A Buccino una fiaccolata per Mario Volpe, giovane chef tragicamente scomparso per un incidente stradale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano