Evitata la tragedia, ieri mattina, a Palinuro grazie all’intervento di un cane bagnino. Una turista 40enne, infatti, mentre era in acqua è stata trascinata dalla corrente insieme al marito e, dopo aver lottato invano per ritornare a riva, è rimasta senza forza in balìa delle onde. In quel momento, avvertita dagli altri bagnanti, è intervenuta una delle quattro Unità Cinofile SICS che pattugliano il litorale, con il labrador Winnipeg guidato dall’istruttore Stefano Giorgi. I due eroi, insieme, sono riusciti a salvare la vita alla donna e al marito, riportandoli sulla riva.

Per tutta l’estate le Unità Cinofile della Scuola Italiana Cani Salvataggio hanno controllato il litorale di Palinuro, sulla base di un accordo con il Comune di Centola, realizzando numerosi interventi di salvataggio. “Ottimo lavoro delle unità cinofile – ha dichiarato il sindaco di Centola Carmelo Stanziolache in sinergia con la Capitaneria di Porto e la Protezione Civile comunale hanno assicurato maggiore sicurezza ai bagnanti. L’Amministrazione comunale, alla luce dei tragici eventi degli scorsi anni, ha ritenuto opportuno puntare tutto su una maggiore sicurezza sulle spiagge“.

I cani bagnino delle Unità Cinofile SICS vengono addestrati ad intervenire in qualsiasi condizione meteo-marina e su ogni tipo di mezzo. La potenza trainante del cane permette all’operatore di effettuare salvataggi impossibili da realizzare tramite un solo bagnino, come ad esempio trascinare a riva tre persone contemporaneamente.

Il progetto “Estate Sicura” prevede anche un’importante attività di educazione alla sicurezza in spiaggia, attraverso la diffusione di un opuscolo con le principali regole da seguire. Opuscolo consegnato dagli stessi cani da salvataggio soprattutto ai giovani e alle famiglie.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.