Si è tenuta questa mattina, presso la sede della Comunità Montana a Padula, la conferenza stampa di presentazione delle attività esercitative di Protezione Civile che ricadono nell’ambito del “Progetto S@ve-Protezione dell’Ambiente” per la gestione ed il controllo del territorio, valutazione e gestione delle emergenze per il Comprensorio.

Il progetto, che coinvolge quattro Istituti scolastici del Vallo di Diano (Istituto “Pomponio Leto” di Teggiano, Istituto “Carlo Pisacane” di Padula, Istituto “Girolamo Gatta” di Sala Consilina e Scuola Media di Sant’Arsenio) ha visto nelle scorse settimane, da parte  della Comunità Montana, una serie di incontri preliminari con i dirigenti e i docenti degli Istituti Scolastici e un’attività di sensibilizzazione con gli studenti, i docenti ed il personale ATA per illustrare i comportamenti da adottare in caso di eventi sismici. A partire dal 22 Marzo inizieranno le esercitazioni. Il progetto coinvolge non solo gli Istituti scolastici ma anche i Comuni, l’ASL e le Organizzazioni di Volontariato  che vedranno l’avvio di procedure da adottare in caso di emergenza sul territorio.

Presenti all’incontro, tra gli altri, il Presidente della Comunità Montana Raffaele Accetta, il Dirigente Scolastico dell’Istituto “Pomponio Leto” di Teggiano Rocco Colombo, il Dirigente Scolastico dell’Istituto “Carlo Pisacane” di Padula Franco Vitale, l’Ing.Antonio Libretti a cui è affidato l’incarico del Progetto, la Protezione Civile Vallo di Diano, la Croce Rossa e numerosi responsabili dei vari comuni.

“Un punto di partenza e non un traguardo – ha dichiarato il Presidente Accetta – perchè attraverso queste attività che stiamo mettendo in campo con il progetto S@ve, si sta cercando di divulgare nel territorio quel senso di capacità che si deve avere nell’affrontare le emergenze e le calamità. Questo progetto – ha continuato – fa sì che ci sia anche la prova pratica di evacuazione in modo che i ragazzi possano acquisire elementi di sicurezza e informazione nel momento in cui si verifichi una calamità. Inoltre – ha concluso Accetta – abbiamo avviato con i comuni del territorio la gestione associata della Protezione Civile: tutti hanno deliberato di gestire in modo associato questo settore e partirà un percorso che dobbiamo fare insieme necessariamente per migliorare ancora di più questa attività e dare sicurezza al territorio”.

– Claudia Monaco –


 

Commenti chiusi