015Si è aperto ufficialmente questa mattina a Padula, con un convegno presso l’Aula Consiliare in Piazza Umberto I, l’intenso week – end di lavori relativi alla manifestazione “Cultura&Natura: Aree protette europee tra identità e futuro – Dialoghi sul paesaggio”. All’incontro, moderato dal giornalista Lorenzo Peluso, hanno partecipato, tra gli altri, Paolo Imparato, sindaco di Padula, Angelo Paladino, presidente Osservatorio Europeo del Paesaggio di Arco Latino, Raffaele Accetta, presidente della Comunità Montana Vallo di Diano, Gabriella Righi, responsabile nazionale della FICLU (Federazione Italiana dei Centri e Club UNESCO) , Marino Fiasella, presidente di Arco Latino, Maurizio Di Stefano, presidente ICOMOS Italia,  Stefano De Caro, direttore generale ICCROM.

Maria Luisa Stringa, presidente Emerito FICLU e Daniela Popescu, presidente della Federazione Europea dei Club e Centri UNESCO, hanno ringraziato per l’accoglienza ricevuta e hanno dato il via ad una serie di appuntamenti che mettono al centro dell’attenzione la salvaguardia del paesaggio per la riscoperta delle identità culturali di luoghi importantissimi come Padula che, con la Certosa di San Lorenzo, rappresenta un centro di arte, storia e tradizione da conservare e valorizzare con impegno e responsabilità. Dopo la visita al Museo Civico Multimediale nel centro storico, è stata inaugurata la nuova sede dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio presso la Spezieria della Certosa di San Lorenzo.

– Filomena Chiappardo –

006 031


Un commento

  1. Mario Senatore says:

    Tutto bello (si fa per dire) ma, in sintesi, cosa si è detto e fatto? Mi piacerebbe saperlo perché le persone che figurano nell’immagine mi sono sembrate più una comitiva di allegri gitanti che un gruppo di lavoro impegnato.
    Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*