Si è tenuto ieri pomeriggio, presso il Refettorio della Certosa di San Lorenzo a Padula, l’incontro con la Delegazione Tecnica Aree Interne nell’ambito delle attività previste per l’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne, promosso dalla Comunità Montana Vallo di Diano.

La delegazione, coordinata dal dott. Fabrizio Barca e dalla dott.ssa Paola Casavola e composta dai rappresentanti dei Ministeri della Salute, Istruzione, Trasporti e Beni Culturali della Regione Campania, ha incontrato gli amministratori locali, gli imprenditori e rappresentanti dei settori della sanità, istruzione e mobilità: tanti gli interventi che hanno messo in luce le problematiche, le criticità, ma anche i punti positivi del nostro territorio, intorno ai quali si può creare, con i fondi nazionali e relativi alla programmazione 2014- 2020, un modello di sviluppo al passo con i tempi, che crei le condizioni per restare nel Vallo di Diano.

Ad intervenire, tra gli altri, sono stati Raffaele Accetta, presidente della Comunità Montana, Gennaro Miccio, soprintendente BAP Salerno e Avellino, Francescantonio D’Orilia, presidente Fondazione Mida, Don Vincenzo Federico, direttore Caritas diocesana, Tommaso Pellegrino, sindaco di Sassano, Ivan di Palma, in rappresentanza di Slow Food, il consigliere regionale Donato Pica, Valentino Di Brizzi, presidente dell’Associazione Imprenditori Vallo di Diano.

Una realtà complessa, che vuole ripartire puntando sull’agricoltura, sul turismo, sui beni culturali ancora non valorizzati in relazione alla grande potenzialità che esprimono e che fa i conti tutti i giorni con la mancanza di servizi relativi alla mobilità e al mondo della sanità,  è quella che è stata sottoposta all’attenzione di Fabrizio Barca: partendo dall’analisi dei dati, ancora una volta l’invito è quello di fare rete per costruire una strategia che dia certezze al territorio, con un’attenzione particolare all’innovazione e al mondo della scuola.

– Filomena Chiappardo –


 

Commenti chiusi