Un pubblico numeroso ed appassionato ha seguito ieri sera a Padula, nel parco della Certosa di San Lorenzo, lo spettacolo “Mogol racconta Mogol – Tra musica e parole“, voluto dall’Associazione “Libera Talento”, con il patrocinio della Città di Padula e la direzione artistica di Gregorio Fiscina.

Il Maestro Mogol è stato intervistato dalla giornalista e scrittrice Francesca Bellino, accompagnato dalla voce e dal pianoforte del Maestro Gioni Barbera, musicista, arrangiatore e direttore dei corsi al Cet, che ha interpretato le più belle canzoni di Battisti e di altri celebri cantanti.

Particolarmente emozionante il ricordo di Pino Mango, scomparso lo scorso 7 dicembre: presente allo spettacolo la moglie Laura Valente, legata da una forte amicizia a Mogol.




Lo spettacolo ha rappresentato anche l’occasione per parlare ai giovani di talento, di passione e di studio nell’approccio verso il mondo della musica, sposando così in pieno le finalità dell’Associazione “Libera Talento”, che ha lo scopo di creare un ambiente sociale ricco di stimoli e proposte, capace di far emergere le capacità individuali e di squadra dei giovani.

A Padula il Maestro, oltre a visitare la Certosa di San Lorenzo, ha avuto anche modo di assaggiare i migliori piatti della tradizione culinaria locale, grazie alla disponibilità del Ristorante Porticum Herculis, nel centro storico, e del titolare Alfeo Davide Cancellaro.

Ai nostri microfoni Mogol, Angelo Caputo, presidente dell’Associazione “Libera Talento”, e il sindaco di Padula Paolo Imparato.

– Filomena Chiappardo –

  


 


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*