Con una delibera di Giunta, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Imparato ha provveduto all’aggiornamento della Carta del servizio idrico integrato. Il provvedimento è stato disposto in base a quanto previsto da una delibera del 2013 dell’Autorià per l’energia elettrica, gas e servizi idrici integrati.

Due le novità introdotte nella Carta dei servizi. La prima riguarda ‎il deposito cauzionale. Deposito che per le utenze domestiche è stato fissato nella somma di 20 euro, invece per tutte le altre tipologie di utenze ammonta a 4 euro.‎ E’ stato poi previsto un indennizzo automatico di 30 euro a favore degli utenti qualora non dovesse essere rispettato uno dei 13 indicatori di qualità previsti dalla Carta dei servizi. Ad esempio è previsto l’indennizzo automatico di 30 euro se l’allacciamento di una nuova utenza di fognatura non avviene entro 30 giorni oppure se si tratta di allacciamento di una nuova utenza per la rete idrica non avviene entro 15 giorni in caso di lavori semplici o 30 giorni in caso di lavori complessi. L’indennizzo è previsto anche se, qualora sia stato preso un appuntamento con uno degli operai del servizio idrico, quest’ultimo non si presenti entro le due ore successive all’orario concordato.

– Erminio Cioffi –


 

Commenti chiusi