Una nuova disciplina per l’accampamento a mezzo roulottes e tende presso il Santuario del Monte Romito a Padula, un luogo particolarmente caro alla devozione dei padulesi nel quale, nella seconda quindicina del mese di agosto, vi è una grande affluenza di persone in occasione dei festeggiamenti della Santa Vergine: a riferirlo è l’Assessore delegato alla protezione civile Vincenzo Polito.

In seguito ad una riunione svoltasi tra rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato, del Comune di Padula e del Comitato Festa nella persona del parroco Don Giuseppe Radesca, si è deciso quanto segue: coloro che soggiorneranno sul monte Romito, sia con roulottes che con tende, saranno rilevati con lindividuazione dell’area occupata, per consentire eventuali controlli della stessa; ogni occupante è tenuto a mantenere pulita l’area nella quale sosta evitando l’abbandono di ogni tipo di rifiuti, portando gli stessi presso la propria abitazione e conferendoli poi agli operatori ecologici nel giorno di raccolta; rimozione di eventuali strutture costruite; divieto di circolare con motocicli, motociclette e motocross in modo indisciplinato e tale da arrecare disturbo alle persone che sostano nell’area, in modo particolare durante le celebrazioni e nelle ore serali e notturne; vietato il taglio di alberi e/o arbusti verdi, il fuoco di accampamento dovrà essere sostenuto solo ed esclusivamente da legna secca. Questi i punti salienti che riguardano le modalità di accesso all’area per poter permanere civilmente e senza arrecare disturbo in un luogo di culto che richiama ogni anno un gran numero di fedeli.

– Filomena Chiappardo –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano