La giunta comunale di Padula, candidando il progetto ai finanziamenti previsti dalla Regione, ha deliberato l’approvazione del progetto definitivo dei lavori di messa in sicurezza permanente e ripristino ambientale dell’ex discarica comunale, in località Serre di San Leonardo. Quella legata alle ex discariche ed alle operazioni di bonifica è una questione annosa ed intricata che coinvolge, tra gli altri, diversi comuni del Vallo di Diano. Tra i casi più “noti”, vi sono quelli relativa al sito in località Costa Cucchiara a Polla e quella in loc. Sella del Corticato a Teggiano. Ma sono diversi (quasi tutti) i centri valdianesi e limitrofi “interessati” da siti potenzialmente contaminati, comprendenti sia le discariche comunali, che gli impianti industriali, alcuni dei quali sono stati oggetto dello stanziamento, da parte della Regione Campania, di appositi finanziamenti mirati alla bonifica. Tra essi rientra la discarica in località San Giovanni a Caggiano, l’ex discarica di San Pietro al Tanagro, in località Fossa Magliana –  Loc. Pasterna, quella in località Difesa, a Sant’Arsenio ed il sito di Teggiano. Gli interventi dovranno essere conclusi entro la fine del 2015.

Tra le aree potenzialmente inquinate, in merito al comprensorio valdianese, sono comprese, inoltre, le discarica in loc. Cafagni a Montesano sulla Marcellana, loc.Vatolla a Buonabitacolo, loc. Paramicito a Monte San Giacomo, loc. Serra S. Andrea a Sassano, Rammauro ad Atena Lucana, Difesa Vassallo a Casalbuono, Macchia d’Acqua a Pertosa, Valtarno a S. Rufo e Fabbricata a Sanza.

– Cono D’Elia –


 

Commenti chiusi