antonio fortunati tubiforSui lavori pubblici realizzati ed in corso di realizzazione a Padula interviene il consigliere di minoranza Antonio Fortunati: “La qualità dei lavori pubblici realizzati negli ultimi tempi lascia molto a desiderare e questo è sotto gli occhi di tutti – dichiara – oltre all’incuria, il problema parte dalla base, da chi approva progetti che non risultano utili al paese. Ci sono lavori che bloccano da mesi i collegamenti con le attività commerciali del centro storico, che quindi soffrono per questa situazione di disagio, ossia Via S. Eligio, abbiamo strade senza cunette laterali e, alla prima pioggia più forte, ci ritroviamo con case allagate. L’amministrazione, la committenza dunque dei lavori, presa probabilmente dalla bramosia di spendere i milioni di euro che arrivano a Padula, utilizza male le risorse; mi rivolgo a tutti i cittadini ed anche alla stessa Amministrazione, affinchè ognuno vigili sulla qualità dei lavori pubblici realizzati e tutto ciò che viene prodotto sia davvero funzionale e bello da vedere per gli abitanti e per i turisti che visitano la nostra cittadina. Padula non può essere un paese vecchio nelle scelte progettuali, dobbiamo crescere” .

“Riguardo gli ultimi lavori in corso di realizzazione – sottolinea – sto vedendo muri che vengono abbattuti laddove questa azione non è affatto utile (mi riferisco al campo sportivo) e muri che vengono innalzati laddove invece si limita la visione della Certosa di San Lorenzo, ovvero dal belvedere di fronte la chiesa dell’Annunziata: qui è stata anche spostata la statua di Joe Petrosino da una posizione centrale ad un angolo laterale, atto anche questo, a mio avviso, del tutto errato. Questi interventi erano davvero necessari? Io ritengo assolutamente di no”. “Ciò di cui parlo coinvolge l’ufficio tecnico del nostro Comune, che si presenta “smembrato”, disarticolato, eppure continua a produrre una grande quantità di progetti – continua il consigliere – Ho appreso da una delibera di giunta che è stato individuato come nuovo responsabile dell’area tecnica un professionista che non è di Padula. Non si poteva offrire questa occasione a qualche giovane professionista del posto? E’ fondamentale motivare nel modo giusto i tecnici del nostro Comune, dando incarichi precisi e chiari per applicare in maniera corretta le norme che esistono”.

“Voglio concludere con due ultime riflessioni – termina il consigliere Fortunati – La prima riguarda l’approvazione del PUC: la comunità aspetta, vuole uno strumento ordinario, non straordinario, per lo sviluppo anche economico della nostra cittadina. La seconda riguarda un’altra opera pubblica realizzata nel centro storico di Padula: i parcheggi in Via Regina Margherita. Non sappiamo se i lavori sono finiti e se il parcheggio viene effettivamente utilizzato come tale, perchè anche lì lo stato di incuria è evidente”.

– Filomena Chiappardo –


 

  • Articoli correlati

24/06/2014 – Padula: Lavori area vicina alla Certosa. Il sindaco Imparato replica al Codacons

23/06/2014 – Padula: Codacons denuncia:“Lavori di riqualificazione dell’area vicina alla Certosa fermi dal 2012”


 

Commenti chiusi