Padula: intitolato al poliziotto eroe Joe Petrosino il Comando di Polizia Locale





































Si è tenuta questa mattina, in via Chiusa a Padula, l’intitolazione del Comando di Polizia Locale Joe Petrosino nel 110° anniversario della sua morte. Presenti, tra gli altri, il Sottosegretario al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia, il senatore Francesco Castiello, il Luogotenente Giuseppe Iannarelli della Guardia di Finanza di Sala Consilina, il Tenente Colonnello, Vice Comandante dei Carabinieri di Salerno Massimo De Masi, il Capitano Davide Acquaviva, Comandante della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, il sindaco di Castelverde, comune gemellato con Padula, Graziella Locci, gli agenti della Polizia Locale, il sindaco di Padula Paolo Imparato e l’assessore alla cultura Filomena Chiappardo, agenti delle forze dell’ordine ed armate,il pronipote di Petrosino Nino Melito, l’associazione Internazionale Joe Petrosino, la delegazione “Lt. Det. Joseph Petrosino in America” insieme agli agenti del “New York Police Department, gli alunni dell’Istituto Omnicomprensivo di Padula.

Lealtà e capacità di tener fede ad impegni siglati con lo Stato – ha sottolineato Sibilia – con la legalità, saldata con la sua figura che unisce due Paesi amici come Italia ed America”.








Diversi i momenti che si sono susseguiti durante la cerimonia, l’intonazione dell’inno nazionale italiano e americano, lo scoprimento della targa posta dinanzi alla nuova sede del Comando di Polizia Locale che raffigura chiaramente il poliziotto accanto ad un ponte che simboleggia l’unione tra il popolo italiano e quello americano, la consegna delle targhe alle associazioni e alle autorità presenti, la presentazione dei lavori degli studenti.

A distanza di 110 anni – ha dichiarato Imparato – Petrosino riesce ancora ad emozionare e a portare un clima di festa nella sua terra natale”.

Felice di essere qui – ha sottolineato Locci – il gemellaggio è un momento di apertura, condividiamo valori quali legalità, trasparenza e anticorruzione”.

La cerimonia nasce da una richiesta dell’associazione Internazionale Joe Petrosino, l’Amministrazione comunale ha portato avanti la procedura con la prefettura. “Il mio augurio – ha sottolineato De Masi – è quello di operare sempre più nel solco della cultura della legalità che la memoria di Petrosino richiama”.

E’ un’occasione originale – ha dichiarato Castiello – perché celebriamo la storia e l’avventura di un giovane meridionale in America considerato un’istituzione”.

– Gianluca Calenda –

 

  





































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*