Si è tenuta questa mattina, nella sede Pegaso della Certosa di Padula, la XV edizione della “Giornata del Ricordo“, tradizionale appuntamento dedicato agli ex allievi dell’Orfanotrofio della Certosa di Padula.

La manifestazione, organizzata dall’associazione Nuove Idee, ha portato alla ribalta una pagina di grande importanza della Certosa di San Lorenzo. Il monumento fu luogo di accoglienza per circa 1000 orfani di guerra. A scrivere questa pagina di grande valore furono soprattutto padre Giovanni Semeria e padre Giovanni Minozzi, due sacerdoti ai quali si deve la fondazione dell’Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia e quindi dell’Orfanotrofio.

Il convegno è stato moderato dalla professoressa Alfonsina Medici che ha introdotto i saluti dell’assessore alla Cultura Filomena Chiappardo, del Presidente della Comunità Montana Raffaele Accetta, del Vice Direttore Generale della Banca Monte Pruno Cono Federico, del Presidente Nazionale dell’associazione Ex Orfani Alvaro Vitale, del Vicario dell’ordine dei discepoli e Opera Nazionale del Mezzogiorno don Cesare Faiazza e della Presidente dell’associazione Nuove Idee Giuseppina Sorrentino.

Celebriamo oggi la grandezza umana di Padre Minozzi – ha dichiarato quest’ultima -. Tutti gli orfani ospitati per noi sono stati e sono come una grande famiglia. Desidero ringraziare il Comune di Padula e la Banca Monte Pruno che ci appoggia in modo tale che questo evento si ripeti ogni anno“.

Era il 29 giugno del 1948 quando quei bambini, orfani di guerra indifesi, riuscirono a trovare conforto nella Certosa di San Lorenzo insieme ai loro sacerdoti e suore che portarono avanti l’orfanotrofio con amore.

Ringrazio tutti per aver preso parte a questa XV edizione della Giornata del Ricordo – dichiara don Cesare Faiazza -. Un’immersione in una realtà specifica è quella offerta della presenza degli orfani nella Certosa di San Lorenzo. Saluto e ringrazio l’associazione Nuove Idee che ci rende possibile questo ricordo e tutte le istituzioni qui presenti che appoggiano e sostengono questa iniziativa“.

Quest’anno la partecipazione alla manifestazione è stata entusiastica, infatti a fine convegno sono stati consegnati, come tradizione, i premi del concorso Arte e Poesia dedicato a padre Giovanni Minozzi.

Tenevo molto ad essere qui oggi – dichiara Cono Federico, portando i saluti del Direttore Generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese -. Da anni sosteniamo questo evento ed è per me grande orgoglio portare avanti un evento cosi importante, per far capire soprattutto ai giovani ciò che è successo anni fa in modo da far comprendere il significato della parola ‘sacrificio’. Faccio i complimenti all’Associazione per questa XV edizione e garantisco sempre la vicinanza della nostra banca”.

– Elena Francesca Comuniello –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*