Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Padula hanno denunciato a piede libero L.M., 60enne del posto dopo averlo sorpreso mentre trasportava materiale legnoso proveniente dal taglio abusivo di piante di faggio eseguito in un bosco di proprietà  comunale nella località “Ancone dell’Omo Morto”. Dalle indagini è emerso che il 60enne aveva tagliano nei giorni scorsi la legna ed oggi è tornato nell’area di proprietà del demanio per caricarla su un mezzo di sua proprietà. Gli agenti della Forestale hanno fermato l’uomo mentre stava percorrendo la strada provinciale collega il comune di Padula con la Val d’Agri.

A bordo del mezzo erano stati caricati cinque quintali di legna che sono stati posti sotto sequestro. Il 60enne è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lagonegro e dovrà rispondere del reato di furto.

– Erminio Cioffi –


Commenti chiusi