ceppo padula 02“Cosa ci fa lì quel ceppo”? E’ l’interrogativo che, nel segnalarci quanto accaduto e nell’inviarci le relative foto, si è posto un cittadino valdianese, dopo aver impattato, con la propria auto, contro il piccolo blocco di pietra situato all’incrocio (ex) semaforico di Padula Scalo.

“Nei giorni scorsi, per via dei tragici eventi registrati – sottolinea l’automobilista – si è giustamente posta l’attenzione sulla distrazione e sulla velocità, due delle principali cause di incidenti stradali. Ma credo che ci sia bisogno di rendere più sicure le strade del Vallo  di Diano, anche attraverso la regolamentazione degli incroci più pericolosi e l’eliminazione, o quantomeno la  delimitazione, di eventuali ostacoli fissi, come nel caso della base di pietra in questione”.

“Anche perché – aggiunge –  diversi negozianti del posto mi hanno detto che, quasi ogni settimana, qualche automobilista finisce per impattare contro il ceppo e che in Comune sono pervenute numerose lamentele e segnalazioni dei cittadini per far sì che venga rimosso. Mi auguro che, al più presto, vengano presi dei provvedimenti per evitare altri possibili incidenti”.ceppo padula 01

L’incrocio di Padula Scalo è attraversato, ogni giorno, da numerosi automobilisti e da diverso tempo non è regolamentato, non essendo attivi i semafori. Lo scorso anno, al riguardo, l’associazione Life Onlus aveva presentato al Comune la richiesta ufficiale per la riattivazione, in tempi brevi, dell’impianto semaforico.

– Cono D’Elia –


 

3 Commenti

  1. pasqualino says:

    Il ceppo sta bene dove si trova, fastidio nulla. Gli automobilisti per andarci contro sono distratti. Quel ceppo certamente avra’ salvato e salvera qualche vita.

  2. Se ci fosse stato il ceppo alla rotatoria a Silla , oggi sarebbero ancora vivi 4 ragazzi!!!
    Quel ceppo forse può salvare la vita ad un pedone sul marciapiede.

  3. solo lei poteva andarci a sbattere non ha mai dato fastidio il ceppo

Rispondi a pasquale Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*