Un errore formale di trascrizione nella delibera regionale numero 304 del 16 giugno scorso ha creato non poche perplessità ed interrogativi tra gli abitanti del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro in merito al ruolo dei presidi ospedalieri di Polla e di Sapri.

Nella delibera avente per oggetto “Piano di riorganizzazione delle attività in regime di ricovero in terapia intensiva e in area di assistenza ad alta intensità di cura nella Regione Campania”, infatti, gli ospedali di Polla e Sapri vengono classificati come “Pronto soccorso”, contrariamente a quanto previsto nella programmazione della rete ospedaliera, varata dalla Regione Campania in data 38/12/2018, in cui gli ospedali del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro erano stati classificati come DEA di I livello.

Immediato l’intervento dell’assessore regionale al Turismo Corrado Matera che ha chiesto chiarimenti al direttore regionale della Sanità Antonio Postiglione.

“Ringrazio il direttore regionale per la pronta risposta indirizzatami questa mattina – ha riferito Matera – in cui mi viene assicurato che la classificazione ‘Pronto soccorso’ riportata nella delibera del 16/06/2020 è da ritenersi un mero errore materiale. Un chiarimento necessario che serve a tranquillizzare i cittadini del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro sugli ospedali di Polla e di Sapri che sono e rimarranno DEA di I livello”.

– redazione –

 

Un commento

  1. Piernicola says:

    Sommessamente, mi permetto segnalare che il chiarimento fornito dal direttore della Sanità, in cui dichiara che la classificazione “Pronto soccorso riportata nella delibera del 16-06-2020 è da ritenersi un mero errore materiale. Si apprezza il chiarimento fornito dal’ ON. Matera, ma penso, che i cittadini del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro, possono tranquillizzarsi solo a rettifica della delibera citata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*