ospedale villa d'agriL’Azienda Sanitaria di Potenza ha sospeso i parti nel presidio ospedaliero di Villa D’Agri a partire dal 30 giugno. La decisione è stata presa con la deliberazione di Giunta regionale n. 718 del 20 giugno 2014.

Tuttavia nell’ospedale di Villa D’Agri  si continueranno a garantire le attività ostetrico-ginecologiche, come la diagnostica prenatale, la profilassi dei tumori della sfera genitale, l’isteroscopia diagnostica ed operativa, i disturbi in menopausa, il servizio di IVG, la chirurgia ginecologica benigna, l’ambulatorio di sterilità, le malattie mediche in gravidanze, l’ambulatorio gravidanze a rischio e il monitoraggio biofisico fino a termine della gravidanza.

La decisione di chiudere la sala parto nasce da una normativa nazionale che impone di razionalizzare il servizio in base al numero delle nascite. A Villa D’Agri i parametri sono stati giudicati, infatti, insufficienti poiché i parti annuali erano al di sotto dei 500.

– redazione  –


 

Commenti chiusi