L’ASL Salerno ha pubblicato un bando di procedura aperta per l’affidamento del “Service di un sistema Laser ad eccimeri” e del “Service di un sistema Laser a femtosecondi” destinati all’Unità Operativa di Oculistica dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla.

L’importo complessivo a base d’asta per la fornitura delle due importanti apparecchiature che andranno ad arricchire l’Unità Operativa del nosocomio valdianese è pari ad un milione di euro.

Il termine per la presentazione delle offerte è il 21 ottobre prossimo. L’importo a base d’asta per la fornitura del Laser ad eccimeri è di 335mila euro, mentre quello per la fornitura del Laser a femtosecondi (un modernissimo e velocissimo laser a diodi di ultima generazione che riesce ad effettuare, nella cornea sana, tagli di estrema precisione ed esattamente programmabili, riproducendo l’effetto di un bisturi luce che esegue un taglio 3D all’interno della cornea) è di 665mila euro.








Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Salerno, Sergio Annunziata, e dal Direttore Sanitario del “Luigi Curto”, Luigi Mandia, per la scelta dell’azienda di destinare all’ospedale pollese due macchinari di incontrovertibile utilità.

Così come promesso da anni e con massimo impegno e costanza si è riusciti ad acquistare a Polla l’importante strumentazione e l’ospedale diventa ora punto di riferimento per l’Oculistica – dichiara Annunziata – Sono soddisfatto per questo risultato e per aver vinto la diffidenza e il remare contro di qualche gufo interno ed esterno all’azienda“.

– redazione – 


 

4 Commenti

  1. Giuseppe says:

    Nella Sanità serve il personale medico è paramedico,dopo tutta la tecnologia che si vuole!

  2. è cardiologia la nota dolente…

  3. Annunziata sindaco ad “onorem”

  4. Questo milione di Euro sarà bene investito nel plesso di polla, come sono le condizioni oggi credo di no, sono perplesso di questi sistemi a Polla quanti sistemi laser ad eccimeri e a diodi esistono in Italia……….. credo che sistemi saranno presso ospedali universitari ove vi sono professori o medici oculistici di alta professionalità, non è un raffronto verso l’ospedale di Polla, ma la realtà si avvererà………..

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*