E’ operativo nell‘ospedale di Villa d’Agri l’Ambulatorio multidisciplinare per gli esordi psicopatologici dell’adolescenza dai 16 ai 23 anni.

Si tratta – afferma l’assessore regionale alla Salute, Rocco Leonedi una iniziativa importante che ha l’obiettivo di individuare precocemente i disturbi psicopatologici gravi con esordio in epoca adolescenziale, al fine di un trattamento precoce”.

L’intervento precoce, infatti, aumenterebbe la recovery dei pazienti, con un minore rischio di cronicizzazione del disturbo, minori tassi di disabilità e compromissione del funzionamento generale, sociale e lavorativo e minore ricorso al ricovero ospedaliero. Un obiettivo, fra l’altro, già indicato nel Piano Nazionale Salute Mentale del 2013 che evidenziava la necessità di avviare esperienze cliniche sperimentali dedicate alla fascia adolescenziale, ponendo particolare attenzione agli esordi psicopatologici. Ma oggi, alla luce del periodo pandemico che abbiamo attraversato, questa attività di prevenzione è diventata assolutamente indispensabile. Solitudine, emarginazione, paura sono l’oggetto delle segnalazioni raccolte da diversi istituti di ricerca dal mondo giovanile durante la pandemia.

Emblematica la ricerca effettuata da Telefono Azzurro che ha evidenziato come durante il lockdown molti bambini e ragazzi abbiano sperimentato un senso di solitudine a causa della chiusura delle scuole e in generale dell’impossibilità di uscire di casa. Non è un caso che anche le Nazioni Unite hanno lanciato un monito con la presentazione del rapporto con le linee guida sulla salute mentale e il Covid-19 esortando gli Stati membri perché dessero impulso alle azioni globali per la salute mentale. Anche in questo caso la Basilicata intende farsi trovare pronta rispetto a questi temi.

Ringrazio – conclude Leone – tutti i componenti dell’équipe che per competenza e professionalità sono certo saprà dare le risposte più adeguate alle attese dei cittadini interessati da queste problematiche”.

L’Ambulatorio sarà attivo tutti i giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30. Si accederà tramite prenotazione al CUP regionale su invio del medico curante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano