Dopo poco più di un mese dalla riapertura delle attività ambulatoriali sono stati recuperati quasi tutti gli esami ambulatoriali prenotati negli ultimi quattro mesi dal 10 marzo scorso (giorno del lockdown) per i settori di Radiologia tradizionale, TAC body, TAC neuro, Risonanza Magnetica body e Risonanza Magnetica neuro, grazie all’impegno di tutto il personale della Radiologia dell‘ospedale “San Carlo” di Potenza che ha effettuato un maggior numero di sedute in attività istituzionale su doppi turni e il sabato.

Tutto ciò è avvenuto in maniera graduale e in sicurezza, in considerazione del fatto che l’ospedale in questi mesi è stato in prima linea nella gestione dei pazienti Covid.

E’ risultata fondamentale l’opera di richiamo dei pazienti da parte dell’accettazione della Radiologia e la collaborazione con la Direzione Sanitaria di Presidio, il Servizio di Prevenzione e Protezione e l’Ufficio Tecnico, che hanno permesso di garantire il distanziamento sociale attraverso l’identificazione di percorsi separati e l’opportuna sanificazione degli ambienti tra un paziente e l’altro.

Ci sono pertanto oggi i presupposti per poter riaprire al CUP le agende alle nuove prenotazioni a far data dal primo giorno utile, che sarà differente per ciascuna metodica. In settori dove vi sono ancora esami da recuperare, come l’ecografia e la senologia, ciò sarà possibile solo dopo l’estate.

Sono state pertanto aperte delle sedute aggiuntive e riaperte le agende già esistenti di RM, TC, Radiologia tradizionale, ecografia e senologia per consentire la ripresa delle normali attività di diagnosi e cura, tenendo tuttavia conto delle necessarie misure di sicurezza da adottare.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*