Ospedale di Polla. Parto spontaneo con taglio cesareo pregresso ad una donna di Padula De Laurentiis: "Le parole e i numeri contano molto poco, bisogna agire bene"





























Un parto alla 39esima settimana di gestazione, senza ricorrere al taglio cesareo, è stato compiuto questa mattina all’ospedale “Luigi Curto” di Polla grazie all’ottimo lavoro dell’équipe del dottor Francesco De Laurentiis.

Una donna residente a Padula ha dato alla luce con parto spontaneo un maschietto, dopo aver precedentemente partorito con un parto cesareo.

In genere si usa ricorrere a un nuovo taglio cesareo dopo un precedente principalmente per un supposto rischio di rottura d’utero per uno scollamento della cicatrice. Ma questo non vieta la possibilità di fare un parto naturale e solitamente si procede mediante il cosiddetto “travaglio di prova” che verifica la possibilità di un parto per via vaginale.






Testimonia l’addestramento e l’esperienza pluriennale degli operatori dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia del presidio ospedaliero di Polla – commenta il primario del Reparto, il dottor De Laurentiis – Questa procedura, tra le più insidiose in campo ostetrico, richiede una perfetta conoscenza della materia ed un addestramento tecnologico di primo ordine perché possa essere gestito in sicurezza e con esito favorevole. In sanità, in ostetricia soprattutto, contano molto poco le parole o i numeri bisogna agire ed agire bene. E’ proprio questo che tutela la salute di mamma e bambino”.

L’équipe che ha aiutato il primario durante il parto era composta dal dottor Luigi Finamore e dall’ostetrica Giovanna D’Alto.

– Annamaria Lotierzo –





































3 Comments

  1. Arriva Babbo Natale fra poco…

  2. A cosa servono queste “pubblicità”? Adesso vi viene in mente che bisogna prediligere il parto naturale? Adesso che si è alla chiusura? Pubblichiamo il singolo caso positivo?

  3. Dott. Nunzio Antonio Babino says:

    Complimenti al Dott. De Laurentiis e alla Sua Equipe. Questi eventi dimostrano la validità professionale del personale in servizio nel Reparto di Ostetricia-Ginecologia dell’Ospedale di Polla. Disporre il loro “brusco” trasferimento, fra quindici giorni, da Polla verso altri Ospedali, è di una illogicità evidente e sarebbe un “disastro” per tutte le donne, per tutte le età, non solo per le partorienti ! Speriamo che fra una settimana ci siano risposte politiche chiare e precise in merito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*