Momenti di tensione ieri sera al Pronto Soccorso dell’ospedale “Curto” di Polla. I familiari di una donna cilentana, ricoverata per una polmonite, hanno sfondato la porta del Pronto Soccorso servendosi della barella su cui era stata collocata la congiunta. Una tensione che, fortunatamente, non ha determinato gravi conseguenze.

La paziente proviene dall’ospedale di Roccadaspide e si trova attualmente nel reparto di Terapia Intensiva di Polla. Occorre sottolineare che, a causa dei problemi respiratori della donna, da prassi è stato effettuato un tampone per capire se possa trattarsi di Coronavirus. Il tampone è stato inviato al “Cotugno” di Napoli anche se, come ricostruito dal personale medico, la donna soffre da mesi di problemi respiratori. Un caso che, quindi, nulla avrebbe a che fare con il temibile virus.

La situazione in breve è tuttavia degenerata: mentre il personale sanitario decideva la procedura da adottare per il caso, i familiari hanno sfondato la porta pretendendo un posto letto. Sul posto la Guardia Giurata che ha provveduto a sedare gli animi allertando, nel frattempo, i Carabinieri della Stazione di Polla.

La situazione è ritornata alla calma e la donna è stata ricoverata.

AGGIORNAMENTO: il test effettuato sulla donna è risultato negativo al Coronavirus.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*