Con l’attivazione del turno notturno (20.00/8.00) dall’1 dicembre scorso diventa completamente operativo nell’ospedale “Luigi Curto” di Polla il Servizio Psichiatrico “One Night Hospital” previsto dall’Atto Aziendale dell’ASL di Salerno.

A distanza di un anno dall’apertura del servizio limitato ai turni di mattina/pomeriggio, i cittadini del Vallo di Diano e delle zone limitrofe possono finalmente avere un riferimento ed una risposta assistenziale alle patologie psichiatriche in continuo aumento.

Un impegno costante e determinato all’attivazione del Servizio H24 è stato profuso dal Direttore del Dipartimento di Salute Mentale, il dottor Giulio Corrivetti, in collaborazione con il nuovo Dirigente dell’Unità Operativa, il dottor Michele Di Genio, e del Referente, il dottor Michele Lisa.

La CGIL FP e la SPI CGIL, insieme alle altre sigle sindacali, in questo anno più volte hanno sollecitato la piena funzionalità del “One Night Hospital” avendo più volte ricevuto lamentele di gravi disagi da parte degli utenti del Vallo di Diano. “Stiamo chiedendo da tempo al Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e alla Direzione Generale ASL/SA  – fanno sapere i rappresentanti delle sigle sindacali – di rendere, con urgenza, esecutivo un progetto, redatto già dal 2012, di alcuni locali vuoti presenti nel presidio ospedaliero di Polla al fine di attivare l’Unità Operativa di Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, così come previsto dal nuovo Piano Sanitario Regionale approvato dal Ministero della Salute, che era operativa nell’ex presidio ospedaliero di Sant’Arsenio ma che è stata chiusa nel novembre 2016“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*