Si è dimesso da presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lagonegro Gherardo Cappelli di Sala Consilina. La decisione del noto legale è arrivata dopo che la Cassazione, già da qualche mese, aveva sentenziato sulla sua incompatibilità.

La Cassazione è andata in controcorrente rispetto alla decisione del Consiglio Nazionale Forense, che nel luglio dello scorso anno aveva respinto il ricorso di alcuni avvocati che chiedevano l’annullamento dell’elezione di Cappelli, ritenendola legittima. Avvocati che si sono rivolti in Cassazione e hanno poi avuto ragione. Per la Suprema Corte bisogna procedere a una nuova composizione del Consiglio, non essendo legittima la candidatura, la terza, di Cappelli.

La Cassazione – ha dichiarato l’avvocato Cappelli – ha ritenuto che la mia candidatura a presidente non potesse essere ammessa per il divieto del terzo mandato. Prendo atto e rispetto pienamente questa sentenza. C’era stata una vittoria bulgara a mio favore, oggi godo della stima della stragrande maggioranza dei miei colleghi, che mi vorrebbero ancora come presidente. Sono stati anni importanti e bellissimi all’Ordine degli Avvocati di Lagonegro, che andrà avanti anche senza la mia carica di presidente, ne sono certo“.

Al prossimo ed imminente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Lagonegro subentrerà al posto di Cappelli l’avvocato Concetta Iannibelli di Lagonegro. Il Consiglio deciderà poi sull’elezione del nuovo presidente tra la stessa Iannibelli e i consiglieri già presenti all’interno. Cappelli venne eletto nel gennaio 2019, risultando il primo eletto con un’altissima percentuale e con 354 preferenze.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano