Si intitola “Pieno Sicuro” l’operazione portata a termine dalla Guardia di Finanza di Napoli, con il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli – Sezione Criminalità Economica. Centocinquanta gli uomini delle Fiamme Gialle al lavoro dalle prime luci dell’alba. Trenta gli impianti per la distribuzione di carburanti perquisiti, e dodici fin d’ora sequestrati , tra le province di Napoli, Caserta e Salerno. L’operazione rientra nell’ambito di una vasta indagine in materia di contrabbando di prodotti petroliferi soggetti ad accisa, benzina e gasolio.

Vendita in nero di gasolio e benzina; approvvigionamento di prodotti petroliferi in contrabbando; falsi acquisti e cessioni intracomunitarie; false esportazioni; false destinazioni ad usi agevolati ovvero esenti; falsificazione dei documenti di trasporto e dei registi di carico e scarico dei prodotti energetici; manomissioni delle colonnine di erogazione ovvero del software di quantificazione del prodotto commercializzato: questi solo alcuni dei reati contestati.

– redazione –


 

Commenti chiusi