Il Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza, in coordinamento con il Comando Provinciale di Salerno, hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari per il reato di frode informatica, emesse dal Gip presso il Tribunale di Vallo della Lucania su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Le attività investigative, iniziate nel 2013, hanno preso il via da una querela sporta a causa dell’uso fraudolento di una carta di credito. Le indagini hanno consentito di indentificare tre persone, V.R., M.S. e T.E., residenti nella provincia di Salerno, che rubavano ad utenti di internet le credenziali di accesso di carte di credito e altri strumenti di pagamento elettronico e le utilizzavano per accreditare denaro sui propri conti di gioco online, sostituendosi ai legittimi titolari mediante il “furto dell’identità digitale”.

In seguito i conti utilizzati per giocare a poker e scommettere online venivano svuotati dai tre, che prelevavano con carte PostePay  o con bonifici bancari.

L’indagine è stata condotta dal Reparto Speciale di Roma e si basa sull’analisi dei movimenti finanziari e su accertamenti tecnico-informatici.

Durante le operazioni sono stati sequestrati circa 60 conti di gioco e conti correnti bancari.

– redazione – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*