La Uil Fpl Salerno interviene in merito alle recenti polemiche sugli operatori sanitari del “Ruggi” non vaccinati. 

Attraverso una lettera alle autorità massime ospedaliere il sindacato chiede di tutelare la categoria dei lavoratori  “e capire quali sono i motivi che hanno spinto queste persone a non vaccinarsi”.

“Altro motivo che ci lascia perplessi sono i numeri dati dalle emittenti – aggiunge – e visto che esiste una privacy vorremmo capire come mai la Direzione ha fatto trapelare il tutto. Meno male che non sono venuti fuori anche i nomi ma possiamo aspettarci di tutto”.

“La Uil FPL esprime solidarietà nei confronti di questi lavoratori non conoscendo i motivi della loro scelta – conclude – chi rischia sulla propria pelle ha dei validi motivi per non vaccinarsi e trattandosi di operatori sanitari a contatto diretto con il rischio infezioni supponiamo che i motivi siano più che validi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.