Il servizio del programma televisivo “Le Iene” che sta tentando da settimane di fare luce sull’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica ammazzato il 5 settembre del 2010, ha destato l’interesse della Procura della Repubblica di Salerno.

La “iena” Giulio Golia e l’autrice Francesca Di Stefano sono stati chiamati in Procura proprio dopo la trasmissione delle varie puntate in cui i due mettono in risalto tutti i punti oscuri della vicenda, compreso lo strano e alto numero di carabinieri a vario titolo coinvolti.

Giulio Golia ci ha raccontato la storia del ‘Sindaco pescatore’ – dichiarano dalla redazione del programma di Italia 1 – colpito da 9 colpi di pistola sulla strada di casa. Era un simbolo di un modello di sviluppo diverso in un territorio martoriato dalla speculazione edilizia e dalla criminalità organizzata. Insomma, con il suo lavoro Angelo si era creato molti amici, ma purtroppo anche molti nemici. Dopo nove anni ancora non si sa chi sia l’assassino né quale sia stato il movente. Ma ora le cose si muovono: stiamo ricevendo un sacco di segnalazioni, alcune anonime con riferimenti importanti e Giulio Golia e l’autrice Francesca Di Stefano sono stati chiamati in Procura. A breve vi racconteremo delle incredibili novità“.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

6/11/2019 – Clamorosa rivelazione sull’omicidio Vassallo. Per “Le Iene” l’ombra del Generale Pisani aleggia sul caso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*