Si è tenuta ieri mattina, presso la Corte di Assise di Potenza, la seconda udienza del processo a carico di Dmytro Zastanevskyi, unico imputato per l’omicidio di Olena Tonkoshkurova, la massaggiatrice 50enne di nazionalità Ucraina barbaramente uccisa a Polla, nella sua abitazione, il 25 giugno dello scorso anno.

I giudici hanno ascoltato i Carabinieri che hanno condotto le indagini. Il corpo di Olena era stato trovato privo di vita riverso sul letto nella sua abitazione ubicata in via Porta Del Bagno nel cuore del centro cittadino. La donna è morta dissanguata dopo essere stata colpita alla gola con un coltello. Nella prima udienza, svoltasi il 1° Ottobre, oltre al superamento delle eccezioni preliminari erano stati ammessi i testi presentati dall’accusa e dalla difesa, 14 in totale.  Il 27enne ucraino è difeso dagli avvocati Michele Galiano e Sebastiano Tanzola del foro di Sala Consilina.

– Erminio Cioffi –


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*