Notte di follia ad Eboli, al rione Molinello, tra incendi di auto, minacce e furti. Protagonista un 40enne ebolitano che spesso fa preoccupare i suoi concittadini.

L’uomo, come riposta “la Città di Salerno“, preso da un raptus ha dato fuoco all’auto del padre e all’arrivo dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri ha cominciato ad inveire contro i militari, minacciandoli.

Mentre i caschi rossi erano intenti a spegnere le fiamme, il 40enne sarebbe salito nella propria abitazione e avrebbe recuperato alcuni coltelli. Una volta sceso in strada ha trovato ad attenderlo ben quattro pattuglie quindi, vedendosi circondato dai carabinieri si è allontanato.

L’uomo, non contento, ha poi utilizzato il web per diffondere minacce nei confronti delle Forze dell’Ordine, di un’agente della penitenziaria e di un magistrato che, secondo lui, sarebbe stata colpevole di averlo fatto condannare in passato e rinchiudere in un ospedale psichiatrico.

A rendere difficile la notte appena trascorsa non è stato solo questo. Nello stesso rione, infatti, è tornato l’allarme furti. I ladri pare agiscano di sera, non di notte, quando gli inquilini si allontanano magari per una breve passeggiata. Entrano dalle finestre dopo aver rotto il vetro.

Sono stati trafugati, in tre abitazioni, computer e televisioni.

Su questi episodi indagano i Carabinieri di Eboli, guidati dal Capitano Emanuele Tanzilli.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.