Prosegue senza sosta l’attività a tutela dell’ambiente da parte dell’Arma dei Carabinieri nel territorio salernitano. La nuova operazione condotta dal Comando Stazione Carabinieri di Borgo Carillia, in collaborazione con il personale tecnico del Nucleo Provinciale Guardie Ambientali Accademia Kronos, ha consentito di accertare che i titolari di un noto caseificio della Piana del Sele da tempo, attraverso una rete di pozzetti e tubazioni interrate, smaltivano illecitamente i reflui della lavorazione del latte in una canaletta stradale che dopo un lungo percorso ne consentiva l’assorbimento nei terreni ed in un vicino canale consortile.

I militari ed il personale tecnico, dopo gli accertamenti di rito ed il controllo amministrativo della documentazione e delle modalità di gestione di altre categorie di rifiuti prodotti in azienda, grazie all’impiego della fluoresceina sono riusciti a documentare l’illecita gestione che coinvolgeva anche una cisterna utilizzata illegalmente per stoccare e poi smaltire i reflui industriali (rifiuti speciali non pericolosi).

Al termine delle operazioni sono state sequestrate la cisterna, la rete di pozzetti e tubazioni interrate ma anche una piccola superficie di terreno sottoposta alla cisterna in quanto interessata dalla presenza di reflui. I due imprenditori sono stati denunciati.




– Chiara Di Miele –

 

 

 

 

 

Un commento

  1. annamaria says:

    L’INQUINAMENTO AMBIENTALE NON E’ DOVUTO ASSOLUTAMENTE AI REFLUI DELLA LAVORAZIONE DEL LATTE (DA SEMPRE ESISTITO E NATURALE). PERCHE’ NON GUARDATE LO SMALTIMENTO RIFIUTI TOSSICI ILLECITO CHE AVVELENANO LE ACQUE CHE NOI BEVIAMO? UNA VOLTA IL SIERO DELLA LAVORAZIONE DEI LATTICINI, VENIVA BEVUTO DALLE PERSONE, CHE NON MORIRONO PER AVERLO BEVUTO; ANZI ERA SALUTE E SERVIVA COME CIBO PER I MAIALI. OGGI SI CONSIDERA PIU’ “TOSSICO” IL SIERO DEI CASEIFICI … CHE I RIFIUTI TOSSICI CHE SVERSANO IN TERRENI E FIUMI DI NASCOSTO PER NON FARSI ARRESTARE DAI CARABINIERI???

Rispondi a annamaria Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*