Immagine di repertorio

La Tenenza della Guardia di Finanza di Maratea ha scoperto che un commerciante all’ingrosso di prodotti alimentari di Rivello non ha dichiarato ricavi per oltre 400mila euro con un’evasione dell’Iva di circa 50mila euro.

L’uomo è stato individuato attraverso misure di controllo economico del territorio, compreso il monitoraggio dei trasporti di beni su strada le cui risultanze, trasfuse nelle banche dati in uso all’Amministrazione Finanziaria, hanno portato al riconoscimento di significativi elementi di pericolosità fiscale in capo allo stesso.

La conseguente attività di verifica avviata dai Finanzieri ha consentito di rilevare che, pur in presenza di ingenti acquisti di beni destinati alla rivendita, l’imprenditore, occultando le scritture contabili per non consentire la determinazione del volume d’affari, non aveva ottemperato agli obblighi dichiarativi ai fini delle imposte sui redditi e dell’Iva per gli anni 2013 e 2014.

Il responsabile è stato dunque segnalato all’Autorità Giudiziaria competente.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*