Perché dall’impegno di risorse economiche, previste dal Governo nel Decreto legge ‘Sostegni’, vengono inspiegabilmente sempre esclusi solo i lavoratori agricoli?”. A chiederselo sono il Segretario Generale del sindacato nazionale SIFUS CONFALI, Maurizio Grosso, e il Segretario nazionale “Braccianti Agricoli” SIFUS CONFALI, Lino Masi.

Ma non è solo questo che viene contestato con forza, perché Maurizio Grosso e Lino Masi puntano il dito sul fatto che “i sindacati confederali hanno incontrato il Ministro all’Agricoltura,  Patuanelli, senza avere avuto la sensibilità (durante il confronto) non solo di porre con determinazione la questione che riguarda la necessità di un meccanismo che prevede la riconferma delle giornate lavorative dell’anno precedente (sul piano assistenziale e su quello previdenziale), ma anche quella di chiedere di sostenere con forza la necessità di un bonus atto a rimpinguare economicamente le giornate perdute involontariamente nel 2020 dai braccianti agricoli a causa dell’emergenza sanitaria“.

Per questi motivi, come annunciano all’unisono i due segretari nazionali, il SIFUS continua la lotta per rivendicare i diritti negati ai lavoratori agricoli ed attende ancora di essere convocato:”Forse i braccianti agricoli sono considerati lavoratori di serie B, senza famiglia e senza problemi economici? Se fosse così è grave! Soprattutto perché abbiamo visto che il Governo ha predisposto aiuti e quindi risorse per la cassa integrazione, per le nuove indennità a favore dei lavoratori stagionali non agricoli, per i precari dello sport e dello spettacolo, per il rinnovo del reddito di emergenza e per il rifinanziamento del reddito di cittadinanza, per gli enti locali e il trasporto pubblico, per la sanità e per i vaccini. Addirittura, ci sono 2 miliardi di euro per coprire la cancellazione di vecchie cartelle esattoriali”.

Ben venga tutto, ma non si trascurino però i lavoratori agricoli. Non è giusto! – continuano –  Non è corretto e non è bello! Ecco che allora siamo ancora più legittimati, noi del SIFUS CONFALI, a lottare per tutelarli e fare in modo che abbiano il sacrosanto diritto di poter godere anch’essi di queste risorse, come accadrà in Italia per altri lavoratori. Chiediamo pertanto una risposta chiara e vogliamo delle spiegazioni.

– Chiara Di Miele –

28 Commenti

  1. Governo di merda come cazzo dobbiamo campare!! tanto voi nn avete di questi problemi…Ma verrà la fine anke x voi e coi vostri soldi vi potrete solo pulire il cuore!

  2. Ma invece di scrivere sui social facciamo i fatti e nn solo chiacchiere x far valere i nostri diritti e far sì che anche noi come tutti i settori anno avuto o avranno i bonus . Se noi scriviamo e nn agiamo saremo sempre messi in un angolo accantonati

  3. Io ho un contratto agricolo ma non lavoro nei campi mi occupo dell accoglienza dei clienti del nostro ristorante dove serviamo il cibo da noi prodotto io quindi ho un contratto agricolo ma lavoro nel turismo ho avuto gli stessi problemi dei colleghi del turismo ma non ho diritto ha nessun aiuto perché il mio contratto è agricolo.
    Vi sembra equo?
    Io se nel 2020 ho guadagnato molto meno della metà di quanto guadagnavo gli altri anni e quest’anno sarà uguale se non peggio!!
    Io se manifestiamo partecipo e faccio casino!
    Anche perché le tasse le ho sempre pagate e se una volta che ho bisogno vengo ignorato di conseguenza trova giusto ignorare stato e leggi e fare casino !!
    Che ne pensate ?

    • Ciao anche io ho un contratto agricolo lavoro in un agriturismo ma sono una cuoca da novembre siamo chiusi senza aiuti e sostegno non so piu come fare per vivere…….che schifo siamo gli unici ad essere esclusi……basta chiude i ristoranti pero poi ……………..nella m……ci siamo solo noi!!!!!

    • Ma che rompete i coglioni che Draghi ha incluso anche i lavoratori del settore agricolo con il decreto.sostegno.ma almeno vi informate?

      • Vinicio ma sei sicuro di quello che dici?perché io mi sn informato bene e x ora x i lavoratori agricoli nn ce nessun bonus di 2400 euro ce sl x gli stagionali nn agricoli poi se cambiano la bozza nn lo so cmq speriamo che e cm dici tu almeno prendiamo un po di ossigeno

  4. Giuseppe says:

    Ragazzi uniti e facciamo sentire le nostre voci e quando vengono per i voti mandiamo a fanculo sti merde i sindacati sono pagati da loro e scendono a compromessi mai uno sciopero

  5. Hai tutta mia stima io pure nella agricultura oggi purè io sotto acqua aranci per industria, e da domani iniziano cipolla e com’è pagamento 35 solo nella busta paga in realtà sono așai di menno

  6. Alessandra says:

    Ciao sono Alessandra lavoro in un azienda e faccio i succhi di frutta, purtroppo l’anno 2020 ho chiuso con 129 giornate mentre gli anni precedenti sono stata sempre soddisfatta chiudevo con il massimo 179 giornate. Sono 3 mesi indietro con l’affitto, per mia fortuna ho un padrone di casa che si fida perche’ sa che percepisco la disoccupazione agricola riesco a pareggiare, ma rimango senza un €. Non e’ giusto che noi per questa santa disoccupazione sembriamo dei miliardari, ma non e’ cosi’ la vita e’ cara affitto bollette assurde un po di cibo per sopravvivere scusate non mi fate dire cose che gia’ sapete.

  7. Pina Sciatti says:

    Oggi 20 marzo..ho lavorato tt il giorno sotto la pioggia..con la tuta di plastica addosso.. lo tenuta più di 9 ore…quando lo tolta ero kome se avessi lavorato sotto la pioggia senza la tuta…
    Siamo un settore ke non viene considerato x niente…
    Andate voi a lavorare sotto il freddo..la neve..la pioggia..il sole ke picchia a quasi 40 gradi l’estate…
    Poi vediamo se noi agricoltori abbiamo qualke piccolo diritto e un po di considerazione..
    E poi non parliamo della pensione.. quanti anni contributivi dobbiamo fare …
    I nostri acciacchi …tendinite…artrosi.. nervo sciatico…ernia..e tantaltro…ki ci considera x tt questi problemi…
    Eppure siamo lavoratori ke lavoriamo x mangiare tt..
    Grazie a noi mangiate non dimenticatelo…

  8. Vincenzo says:

    Siamo il settore più importante per l umanità ma nn ci apprezzano in qualsiasi cosa mangiano ce il nostro sudore dentro ma valiamo sempre zero

    • Bravo parole sante dobbiamo organizzarci e scendere in piazza facciamoci sentire di ché pasta siamo fatti che nn abbiamo paura della pioggia del caldo ecc che se arrivano ortaggi, frutta, ecc sulle loro tavole e grazie a noi che ci spacchiamo il Culo…

  9. Venite a lavorare in campagna invece di stare attaccati alle poltrone con lattak al culo e poi vediamo se ci pensi due volte a non pensare a chi butta il sangue al freddo e al caldo e poi si e vero che prendiamo la disoccupazione ma non lavoriamo 365giorni all’anno e quindi quelle giornate che non lavoriamo dobbiamo mangiare

  10. Poveri noi agricoli ci trattano cm delle merde che sn loro le merde ci vuole guerra civile altrimenti nn prendiamo neanche un centesimo tutti gli agricoltori a Roma cn le pale e i picchetti e poi vedete se ci danno anche a noi il bonus

  11. Si dovrebbe fermare tutto il mondo agricolo,la Coldiretti dove sta? Quando c era il problema del latte hanno scioperato,adesso che ci stanno scartando del tutto a noi operai agricoli nessuno fa niente….facciamo i pullman, andiamo a Roma a conoscere questo gran ministro che magari non sa nemmeno cosa è la frutta….io da15 anni sono in agricoltura e mai come adesso sto avendo problemi economici e questo ministro prende al mese il totale di 2 anni di lavoro di un operaio agricolo e poi non e capace nemmeno di difendere i nostri diritti….bravo ministro dell’ agricoltura…bravo però attendo a mangiare la frutta…..

  12. Salve io farei andare a loro a lavorare nei campi e anche sotto pagati e con questa emergenza ancora di più sottopagati,e meno giornate,ma io mi unisco a voi,si dovrebbe fare il comparto agricolo così la melanzana,il peperone e la banana e l arancia se la mangiano col Ca…non capiscono un cavolo questi governatori,e al caro ministro della agricoltura voglio dire che prima di diventare ministro doveva andare a vedere con.le mani che cosa significa ,la terra, no che si permettono il lusso di decidere per noi senza pensare che è il lavoro più presente e difficile,,farei lavorare a loro con 35 euro al giorno per poi arrivare a fine mese con 500/600 euro perché un po’ ilcovid un po’ la pioggia i nostri figli soffrono…per di più anche la trattenuta 8 per mille sulla disoccupazione agricola….ma vergogna che la frutta è una materia prima e sto ministro dell’ agricoltura no lo sa nemmeno…. vergognati…io fosse in lui mi dimmetterei e andrei a vendere le banane….

  13. In stagione lavorato solo 50 giorni. Quindi zero disoccupazione nel 2021 e fino a ora 600 euro di ristori a marzo 2020 e 500 euro a aprile 2020 poi basta. Vergogna governo Conte e governo Draghi.

  14. Sebastiano says:

    E che i sindacati ci dovrebbero difendere veramente da domani nei mercati non dovrebbe più arrivare niente da mangiare andassero loro i nostri governanti a raccogliere arance frutta e quant’altro serve,poi la legge Fornero annullata del tutto provate a lavorare in campagna oltre 69 anni non è che è il lavoro di impiegato in ufficio con il condizionatore e tutti i benefici, cari sindacati fatevi valere pugno di ferro seno scioperi e quando il popolo non trova niente nei mercati poi si vedrà! O tranne che fate come il film di Ciccio e Ingrassia uno era Comunista uno democratico al parlamento litigavano e poi andavano a mangiare assieme?

  15. Magrassi Marco says:

    Signori sono un agronomo che da due anni per necessità sono bracciante . Dopo essere stato consulente della stessa azienda vitivinicola . Sostituito dal cugino del proprietario di professione camionista senza offesa per i camionisti . In medicina c è il medico l infermiere la oss . In Edilizia l ingeniere il geometra ed il capo cantiere . Tutti questi ruoli non si discutono . La colpa e dei coglioni che gestiscono ( associazioni agricole) . Le quali pur di mantenere il potere assoluto grazie ai contributi hanno permesso la trasformazione del caporalato in sfruttamento legale .vedi coop di lavoro .

  16. Andiamo e facciamo una rivolta

  17. E una vergogna sempre gli agricoli scartati

    • Hai perfettamente ragione Carla io sono un lavoratore agricolo che si è messo per 10 anni di fila 150 giornate e nel 2020 causa covid ne ho messe solo 67…..che vergogna non volete dare il bonus ma mantenete le giornate dell’anno precedente almeno

      • Emanuela says:

        Ma i nostri sindacati dove sono????Perché non facciamo sciopero?Voglio vedere cosa mettono a tavola i signori . Io sono anche stata fortunata bene o male o sempre lavorato ,ma poi ho fatto quarantena o meglio mio figlio 11 anni era sottoposto a quarantena,io secondo usl potevo lavorare ,ma per rispetto all’ azienda sono rimasta a casa ,bene nessun congedo parentale .Lui poteva essere in incubazione ,è un virus altamente contagioso e io potevo andare al lavoro????

  18. Alessandro says:

    Sono un bracciante agricolo che ha finito il suo contratto a novembre e sono 5 mesi che non riceviamo aiuti.Si e vero avremo forse la dis agricola ma anke gli stagionali del turismo possono accedere alla naspi quindi vorrei sapere perché solo noi siamo esclusi.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*