Nasce la “Rete dei Giovani Amministratori del Vallo di Diano”, in grado di riunire e rappresentare i giovani amministratori del comprensorio valdianese, indipendentemente dalle appartenenze politiche e dal ruolo ricoperto all’interno dei Consigli Comunali.

L’iniziativa punta a favorire un confronto costante tra i giovani attivi nelle amministrazioni locali, costituendo un forum permanente di dialogo per condividere idee e approcci positivi al governo dei territori.

L’obiettivo della Rete è quello di sviluppare progetti, iniziative e proposte che possano creare sinergia tra i Comuni e generare sviluppo, che consentano al Vallo di Diano di essere più competitivo e agli enti locali e ai giovani amministratori di essere artefici di cambiamento e innovazione nelle Istituzioni.

Da un punto di vista operativo, i giovani amministratori si confronteranno attraverso tavoli tematici dai quali scaturiranno proposte e progetti in grado di definire nuovi modelli di governance locali. Inoltre, la Rete servirà anche per agevolare lo scambio di esperienze e di buone pratiche amministrative.

L’obiettivo generale è quello di creare una progettualità unica con obiettivi chiari e risultati attesi misurabili, senza frammentare le risorse comunitarie della nuova programmazione 2014-2020, rafforzando l’immagine e la percezione del Vallo di Diano all’esterno.

Come obiettivi specifici, si intende elaborare e proporre soluzioni concrete ai problemi dell’area (economia, lavoro, sanità, trasporti, servizi, viabilità, reti telematiche, formazione, ricerca, sviluppo e innovazione) da adottare all’interno delle varie amministrazioni, attraverso dei tavoli di lavoro permanenti.

Le attività principali saranno legate all’organizzazione di incontri periodici della Rete dei Giovani Amministratori, realizzare ricerche, studi ed approfondimenti sui temi di maggiore interesse del Vallo di Diano, elaborare soluzioni a problemi specifici dell’area, da presentare alla classe politica ai diversi livelli e agli organismi nazionali ed internazionali, organizzare azioni di sensibilizzazione e coinvolgimento della popolazione.

I primi promotori sono:

  • Elia Rinaldi – Sindaco di Buonabitacolo
  • Tommaso Pellegrino – Sindaco di Sassano
  • Francesco Cavallone – Sindaco di Sala Consilina
  • Italo Bianculli – Vice Sindaco di Casalbuono
  • Tiziana Bove Ferrigno – Assessore Comune di Padula
  • Maria Antonietta Aquino – Assessore Comune di San Rufo
  • Mario Trotta – Assessore Comune di Sassano
  • Marianna Morello – Assessore Comune di Teggiano
  • Settimio Rienzo – Consigliere Comune di Padula
  • Giuseppe Rinaldi – Consigliere Comune di Montesano S.M.
  • Emma Gallo – Consigliere Comune di Teggiano

– redazione –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano